Bonus? E' Malus! A rischio centomila posti di lavoro

{fa-info-circle } Artikel nur in Muttersprache - Article only in mother language.

«Ci mancava solo la stranezza del bonus malus per un settore, quello dell’auto, che in Italia rappresenta una grossa parte del Pil», dichiara Dario Gallina, presidente dell’Unione Industriale di Torino.

basta auto italiane

La Cisl: «Centomila posti di lavoro in pericolo»

La Fim Cisl schematizza gli effetti della scelta del governo: tutte le case automobilistiche che producono all’estero sono avvantaggiate mentre gli stabilimenti italiani sono penalizzati.

Un esempio dei modelli? Tra le elettriche, BMW i3, Citroen C-Zero, Hyundai Ioniq, Mitsubishi i Miev, Peugeot iON, Smart Eq, Tesla model 3 e VW e UP. Stesse case automobilistiche, all’incirca, anche per le ibride.

Grugliasco, Mirafiori, Cassino, Melfi, Atessa, Modena, invece producono tutti modelli Fca sfavoriti dall’ecotassa, come il Levante e il Ghibli .

Pin It
© Berlin89 2018 - 2019 - 2020 - 2021

Berlin89 magazine del Centro Studi Berlin89

Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

 

Log in



Italia Sede

via privata Perugia, 10 - 20122 Milano (MI)
Tel:  +39 02 77 33 17 96
Fax: +39 02 76 39 85 89

Deutschland Repräsentanz

Federiciastraβe 12 - 14050 Berlin (Charlottenburg)
Tel:  +49 30 8 83 85 16
Fax: +49 30 89 09 54 31