Chi più ne ha più ne metta nella Bücherwald di Berlino

Nella capitale tedesca crescono alberi che non hanno foglie né rami, ma hanno i libri. E' la Bücherwald, la Book Forest.

Passeggiando lungo la Sredzkistrasse all’angolo con Kollwitzstrasse, nel quartiere Prenzlaure Berg, potrai trovare degli alberi molto particolari. Non hanno foglie né rami, ma i loro tronchi ospitano libri. 

cover book forestSi tratta del Bücherwald, ossia la Book Forest, il progetto nato tra il 2006 e il 2008 che consiste nella realizzazione di alberi-librerie destinate al booksharing, dando così più valore alla filiera foresta-legno-libri. Il progetto ha seguito un programma di silvicoltura sostenibile, infatti i tronchi usati come librerie sono tutti di alberi caduti naturalmente per via di vari eventi climatici, o qualsiasi altro intervento che non ha previsto l’intervento dell’uomo.

L’idea è quella del bookcrossing che consiste nel lasciare libri in giro per la città, così che tutti possano prenderli, leggerli e poi lasciarli in un altro luogo per essere trovati da altri lettori e continuare il ciclo. Ecco dunque questi alberi-librerie come luoghi dove poter lasciare e prendere un nuovo libro, così da poter connettere più persone possibile tramite lo scambio gratuito di libri e poter condividere con il mondo la passione per la lettura.

Il progetto Book Forest si è rivelato non solo un servizio alla comunità, ma soprattutto un’esperienza di formazione. L’associazione Baufachfrau ha scelto di coinvolgere per la sua progettazione e realizzazione tirocinanti di silvicoltura, carpenteria, marketing, media design, editoria e grafica; inoltre è stato promosso dal ministero per l’educazione e la ricerca.

Tutti i libri ospitati nei tronchi fanno parte del sistema registrato internazionale Book Crossing, che prevede l’inserimento di un’etichetta con apposito codice che permette agli utenti di tenere traccia di ogni singolo volume.
La Book Forest nell’anno della sua inaugurazione venne presentata anche al Festival del Libro di Berlino del 2008, guadagnandosi il titolo di progetto ufficiale UN-Decade 2008/ 2009‚ per l’educazione e lo sviluppo sostenibile.

Oggi si può curiosare tra le librerie, simbolo di un progetto che voleva promuovere e incoraggiare la lettura condivisa, come primo passo verso una comunità basata sulla sharing economy, in modo sostenibile e con zero impatto sull’ambiente.

0
2
0
s2smodern
© Berlin89 2018 - 2019 - 2020
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy